RFID vs codici QR: quali tag di tracciamento sono adatti per la gestione dell’inventario

8
RFID vs codici QR: quali tag di tracciamento sono adatti per la gestione dell’inventario
QR Code

Il motivo per cui i tag RFID rispetto al monitoraggio del codice QR è ancora un dibattito in questo giorno ed età è perché non c’è una risposta facile. Quale tecnologia è la migliore per te dipenderà dalle tue esigenze e dai tuoi usi. Un confronto tra i due tipi di tecnologia di tracciamento rivela che l’RFID potrebbe essere migliore per la gestione di grandi scorte in cui è necessaria una maggiore efficienza durante la scansione in blocco. I codici QR possono memorizzare dati complessi e non necessitano di programmazione come fanno i tag RFID, ma potrebbero essere più costosi da utilizzare negli ambienti di vendita al dettaglio.

Diamo un’occhiata più da vicino a ciascuna di queste tecnologie per la gestione dell’inventario.

Sistemi di tracciabilità RFID: come funzionano

Un tag RFID è un piccolo microchip avvolto in plastica o carta in grado di memorizzare dati. È possibile memorizzare dati semplici in questi tag, come le dimensioni, il peso, ecc. del prodotto a cui è applicato il tag. Per leggere il tag, hai bisogno di uno scanner che abbia la capacità di Near Field Communication (NFC). Quando avvicini uno scanner al tag, questo attiva il tag usando le onde radio. Tutti i dati vengono archiviati direttamente nel tag, anziché online. Quindi non è necessario connettersi a Internet per leggere i dati sul tag.

Cosa c’è di fantastico? Sistemi di tracciabilità RFID e ciò che li rende adatti per il monitoraggio dell’inventario di grandi volumi è la loro capacità di tenere traccia in blocco. Le onde radio non hanno bisogno della linea di vista per attivare i tag. Anche se le tue scatole sono fuori mano, su scaffali difficili da raggiungere senza tirare fuori una scala, puoi usare lo scanner. I dipendenti del tuo magazzino non hanno bisogno di allungare il collo e gli arti in angoli scomodi per fare in modo che lo scanner esegua la scansione. Non dovranno perdere tempo a scaricare le scatole per scansionarle.

Il rovescio della medaglia, Software di tracciamento RFID non funzionerà con la maggior parte dei telefoni, quindi dovrai procurarti lo scanner. Lo scanner non è affatto economico, anche se i costi sono diminuiti in modo significativo da quando la tecnologia è uscita per la prima volta. In altre parole, solo le medie e grandi imprese possono permettersi sistemi di tracciabilità RFID. La maggior parte dei telefoni cellulari non è dotata di funzionalità NFC. Potrebbe non avere senso per molte aziende investire in un sistema di tracciamento RFID se le loro scorte sono piccole.

Alcuni degli altri aspetti negativi dell’RFID sono dovuti al microchip. Le parti malintenzionate possono hackerare i microchip e rubare informazioni sui prodotti. I tag RFID possono anche essere un po’ affidabili se sono presenti liquidi, magneti o superfici metalliche che bloccano o interferiscono con le onde radio.

Chi può trarre vantaggio dal monitoraggio dell’inventario RFID?

Se il tuo magazzino sta elaborando grandi volumi di inventario ogni giorno, può essere scomodo e per non dire costoso scansionare manualmente ogni articolo. È qui che i sistemi di tracciamento delle risorse RFID saranno più utili. Molte aziende in questi giorni utilizzano RFID per la gestione dell’inventario e oltre, aumentando l’efficienza e riducendo gli errori anche nella gestione della catena di approvvigionamento e nei sistemi di distribuzione.

Il modo più efficiente per utilizzare gli scanner RFID sarebbe posizionarli in punti del magazzino dove gli articoli possono essere scansionati mentre vengono spostati. Un sistema di tracciabilità RFID eliminerà l’errore umano e consentirà ai dipendenti del magazzino di elaborare più articoli ogni giorno. I negozi al dettaglio possono trarre vantaggio da Gestione dell’inventario RFID. Il tracciamento RFID può rendere facile per i dipendenti controllare quali prodotti sono disponibili o esauriti quando i clienti visitano il negozio.

Tag RFID per la gestione dell’inventario: pro e contro

Professionisti

  • Può eseguire la scansione in blocco
  • Può memorizzare tutti i dati del prodotto
  • Durevole

Contro

  • Caro
  • Imprevedibile in presenza di metalli, liquidi, magneti
  • Vulnerabile contro l’hacking

Sistemi di tracciamento dei codici QR: come funzionano

I codici QR (a risposta rapida) sono una sorta di codice a barre tridimensionale. Questi codici stampati quadrati sono composti da minuscoli pixel in bianco e nero che richiedono solo una fotocamera e un semplice software per essere letti.

A differenza dei codici a barre, che sono in grado di memorizzare dati molto limitati come date, nomi e prezzi, i codici QR possono memorizzare dati più complessi. Possono condurre il dispositivo dell’utente (di solito uno smartphone) a un’app o a un sito web. È possibile memorizzare codice binario complesso per immagini nel codice a barre. C’è spazio per memorizzare fino a 4.296 caratteri di testo su un codice QR.

I codici QR vengono stampati, proprio come i codici a barre. Questo li rende poco costosi da creare e stampare. Potresti sapere o meno che solo il trenta percento del codice QR deve essere leggibile affinché il cellulare possa raccogliere i dati memorizzati. Ciò significa che un codice QR danneggiato potrebbe essere ancora leggibile.

I codici QR sono molto utilizzati in tutto il mondo per i sistemi POS. Ma sono stati originariamente sviluppati per la gestione di grandi scorte, come codici a barre aggiornati, con la capacità di memorizzare dati più complessi. Oggi vengono utilizzati nei sistemi logistici e nei magazzini per la gestione di grandi volumi di prodotti. Possono essere personalizzati all’infinito e letti sia in orizzontale che in verticale. La maggior parte dei nuovi dispositivi Android e iOS è in grado di scansionare direttamente i codici QR con la fotocamera.

Chi può beneficiare del monitoraggio dell’inventario del codice QR?

I sistemi di tracciamento dell’inventario basati su codice QR possono essere particolarmente utili per le aziende che lavorano molto con i produttori asiatici. I codici QR sono più ampiamente utilizzati nei paesi asiatici come Cina, Taiwan e Singapore che negli Stati Uniti. L’utilizzo degli stessi tag semplificherà la comunicazione con fornitori e venditori e ci saranno meno casi di errori nella gestione delle scorte.

I codici QR possono anche avvantaggiare le aziende i cui tag di prodotto tendono a danneggiarsi facilmente, a causa di lunghi transiti o ambienti inospitali. I tag RFID, l’altra alternativa, non vanno bene in presenza di liquidi, magneti e alcuni metalli spessi. I codici QR possono tornare utili negli ambienti in cui sono presenti queste sostanze. I microchip RFID sono durevoli. Ma i codici QR sono ancora più durevoli. Non devi preoccuparti di pieghe, strappi o danni causati dall’acqua che influiscono sulla capacità dei dipendenti del magazzino di scansionare i prodotti.

Codice QR per la gestione dell’inventario: pro e contro

Professionisti

  • Economico
  • Può memorizzare dati complessi
  • Facile da scansionare anche se danneggiato

Contro

  • Richiede una linea di vista
  • Inefficiente per il monitoraggio di massa
  • Può essere costoso da implementare nella vendita al dettaglio

Il verdetto

A seconda delle tue esigenze, in base al volume dei prodotti, al tipo di prodotti e ad altri fattori, i tag RFID o i codici QR potrebbero essere più adatti a te. I codici QR sono adatti a situazioni in cui i sistemi di tracciamento RFID non sono presenti, ad esempio in cui sono coinvolti acqua, magneti o metalli. D’altra parte, i sistemi di tracciamento RFID sono eccellenti per il tracciamento di massa. Se disponi di grandi volumi di inventario in rapido movimento e di un budget maggiore, puoi trarre vantaggio dall’installazione di scanner RFID in vari punti del tuo magazzino.

Puoi anche trarre vantaggio dai sistemi di tracciamento RFID se lavori con venditori o fornitori locali in Australia, dove i sistemi RFID sono ampiamente utilizzati e stanno diventando sempre più popolari. Molti birrifici tengono traccia delle loro scorte di vino, birra e alcol con tag RFID e godono di perdite di fusti inferiori. L’installazione di scanner RFID in vari punti della catena di distribuzione e fornitura può aumentare l’efficienza e offrirti tranquillità. Un tempo utilizzato principalmente per applicazioni militari, l’RFID è destinato a diventare il sistema di gestione dell’inventario del futuro man mano che i costi diminuiscono. Ma i codici QR non scompariranno presto.

Ähnliche Beiträge

Lascia un commento